Tisana di Salvia Officinalis - Infuso di Foglie
Infuso Salvia Officinalis

Salvia, Tisana – 70gr

6.00 €

Provenienza: Prodotto della nostra terra!
Contenuto: Salvia (Salvia officinalis), foglie
Confezione da: 70gr
A cosa serve: depuratore del sangue, mal di testa, dolori e crampi addominali, digestiva, diabete I e II (riduce la glicemia), problemi mestruali e menopausa (regola il ciclo mestruale e combatte la sudorazione notturna tipica del periodo della menopausa), gengiviti, mal di gola, mal di denti, piorrea (usato come collutorio), catarro, tosse e raffreddore, pressione bassa (alza la pressione), astenia, depressione e memoria. Maria Treben, famosa erborista austriaca del ‘900, consiglia l’assunzione regolare della tisana alla salvia per prevenire gli ictus e per trattare i pazienti colpiti da ictus, nonché per il trattamento dell’epilessia.
Proprietà: spasmolitica, antinfiammatoria, digestiva, depurativa, diuretica, ipoglicemizzante, antisettica, balsamica, espettorante.

🕘  la spedizione avviene ogni lunedì, martedì e mercoledì, consegna mediamente in 24-48 ore.

Salva

› Salvia

Consigli d’uso: Infuso: versare un cucchiaino da caffè di salvia nell’acqua bollente (250 ml, una tazza circa), coprire e lasciare in infusione per 10 minuti. E’ importante, subito dopo aver versato la salvia nell’acqua bollente, coprire con un piattino o un coperchio per evitare l’evaporazione degli olii essenziali. Filtrare e bere l’infuso. Consigliati 2-3 infusi al giorno.

Avvertenze: Perché sia efficace le foglie di salvia e la tisana non deve mai entrare in contatto con qualcosa di metallico (ferro, rame, alluminio, ecc.). Non superare la dose giornaliera raccomandata (massimo 1 litro di tisana al giorno). Tenere fuori dalla portata dei bambini. Conservare in un luogo fresco e asciutto.

Controindicazioni: Controindicata alle donne in gravidanza, in quanto il consumo di salvia può favorire l’aborto spontaneo ed è controindicata anche in fase di allattamento. Può interagire con i farmaci per l’epilessia.

Descrizione: Un proverbio del 1300 dice: «Perché morire finché nel giardino cresce la Salvia?» Il nome stesso rispecchia il grande rispetto del quale godeva questa pianta presso gli uomini sin dall’antichità. Non è un caso se il nome Salvia è derivato dal latino «salvare» (guarire). La salvia è uno stimolante dell’organismo, è di aiuto durante il ciclo mestruale e combatte gli stati di astenia e depressione ed è utile per rinforzare la memoria.

È particolarmente indicata in caso di esaurimento fisico o intellettuale. E’ utile nel diabete perché riduce la glicemia. Viene riconosciuta alla pianta anche un’azione estrogena che agisce efficacemente come anti–sudore. Spesso viene anche utilizzata come rimedio per digerire. La salvia viene utilizzata anche nei problemi respiratori, in quanto è in grado di sedare la tosse e di sciogliere il catarro.