Polline di Api, Polline 100% marchigiano

Polline d’Api, 120g

9.80 

  • Provenienza: Prodotto della nostra terra!
  • Contenuto: Polline di api
  • Confezione da: 120gr
  • A cosa serve: anemia, stanchezza fisica e mentale, stress, eccessiva magrezza, rachitismo, anoressia, integratore per sportivi, colesterolo, prostatite, ipertrofia prostatica, migliora le difese immunitarie (aiuta a prevenire e a guarire più velocemente da malattie virali e batteriche), stitichezza, memoria, concentrazione, disfunzioni della tiroide.
  • Proprietà: antianemico, multivitaminico, antinfiammatorio, immunomodulante, antiossidante, adattogeno.

🕘  la spedizione avviene ogni lunedì, martedì e mercoledì, consegna mediamente in 24-48 ore.

› Polline d’Api

Consigli d’uso: il polline va assunto a digiuno, per esempio prima di fare colazione e in generale mezz’ora prima dei pasti o 3-4 ore dopo. Può essere assunto nella misura che varia da uno a un massimo di 4 cucchiaini al giorno e può essere accompagnato da un cucchiaio di miele, o sciolto in una bevanda tiepida (non calda, il calore distruggerebbe molte vitamine e nutrienti).

Avvertenze: tenere lontano dalla portata dei bambini, non superare la dose massima raccomandata.

Controindicazioni: il polline è controindicato ai soggetti allergici ed è controindicato in gravidanza e in fase di allattamento.

Descrizione: Il polline deriva il suo nome dal latino pollen, ossia fior di farina. Esso infatti si presenta come una polvere di colore variabile (giallo-rosso). Il polline è costituito da strutture microscopiche alle quali le piante affidano il trasporto delle proprie cellule germinali. Le api lo raccolgono e lo utilizzano per la produzione di pappa reale, e per l’alimentazione delle larve.

Il polline di api costituisce la più ricca e completa fonte di minerali, vitamine, enzimi ed aminoacidi presenti in natura. Ecco cosa contiene:

  • 21 dei 23 aminoacidi presenti in natura (compresi gli 8 aminoacidi essenziali);
  • Sali minerali tra cui fosforo, potassio, magnesio, calcio, silicio, manganese, rame, ferro, sodio, cromo e zinco
  • Tutte le vitamine presenti in natura, tranne la vitamina F e B4 (adenina), che tra l’altro non sono neanche considerate delle vere e proprie vitamine
  • Flavonoidi (sostanze antiossidanti) e fitosteroli.

Il complesso nutrizionale da cui è costituito rende il polline un integratore naturale utile per risolvere e prevenire numerosi problemi di salute. Viene utilizzato principalmente in questi casi:

  • Per la salute del cuore: I flavonoidi, potenti antiossidanti contenuti nel polline, contrastano l’insorgenza di malattie cardiovascolari, perché abbassano il colesterolo, stabilizzano e rafforzano i capillari, riducono le infiammazioni e combattono la formazione di radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare.
  • Affaticamento e stanchezza cronica: Nel nucleo della sua cellula, il polline racchiude il segreto della vita: le molecole DNA e RNA che stabiliscono la funzione vitali di tutte le cellule. Grazie a queste sostanze rafforza e nutre l’intero organismo, combatte gli stati di affaticamento psicofisico rivelandosi un ottimo adattogeno e antiossidante.
  • In caso di Stress: in virtù alle sue proprietà adattogene lo rendono utile per migliorare l’adattamento e la risposta dell’organismo ad eventi stressanti di varia natura.
  • In caso di Anemia: Queste stesse sostanze unite alla significativa presenza del ferro, in una forma molecolare altamente disponibile per il nostro organismo, conferiscono al polline le virtù nutrienti e antianemiche. E’ utile anche per le persone troppo magre che hanno bisogno di riprendere peso e per chi soffre di anoressia e rachitismo.
  • Rinforza il sistema immunitario: il polline svolge un’azione immunomodulante ed è quindi molto utile nella cura e nella prevenzione di malattie di natura sia virale che batterica. Il polline non attacca direttamente gli agenti patogeni, ma piuttosto stimola e rinforza il sistema immunitario nei confronti di questi microrganismi.
  • Integratore naturale per sportivi: Usato dagli atleti per aumentare la resistenza alla fatica e allo sforzo muscolare, trova impiego nell’attività fisica degli sportivi per l’apporto dei carboidrati e lipidi ma soprattutto come fonte di proteine e di aminoacidi essenziali, superiori a quelli della carne, delle uova e del formaggio, che giustificano le proprietà tonificanti, anabolizzanti, date dalla presenza di 21 dei 23 aminoacidi utilizzati dall’organismo umano.
  • Per il benessere generale: stress e infiammazioni trovano nel polline un nemico giurato grazie alla alta percentuale di vitamina C in esso contenuto. Inoltre acido folico, manganese e niacina aiutano anche a rigenerare i tessuti nervosi.
  • Migliora la memoria e la concentrazione. In generale possiamo dire che il polline aiuta l’attività cerebrale e la memoria in particolare.
  • Tiroide e neuroni migliori: grazie agli aminoacidi presenti, il polline aiuta a migliorare la funzionalità della tiroide e aiuta i neuroni a rimanere giovani. Un aiuto concreto soprattutto in caso di scompensi ormonali o menopausa.
  • E’ un regolatore intestinale: definito da alcuni studiosi come il “poliziotto dell’intestino”, il polline aiuta a limitare la fermentazione e migliora lo stato dell’intestino perturbato da costipazione cronica grazie all’azione attiva sui batteri intestinali.
  • Un aiuto per la prostata: il polline, come l’epilobio, è un rimedio efficace per l’ipertrofia prostatica benigna, grazie alla presenza dei bioflavonoidi che svolgono un’azione antinfiammatoria e inibitrice della crescita del tessuto della prostata, in grado di ridurre il dolore, la congestione e il rischio di cancro alla prostata.