Meliloto tisana

Meliloto, Tisana 80gr

7.00 €

Provenienza: Prodotto della nostra terra!

Contenuto: Meliloto (Melilotus officinalis), fiori

Confezione: 80 grammi

A cosa serve: fluidifica il sangue e la linfa, migliora la circolazione sanguigna e riduce il rischio della formazione di trombi venosi e arteriosi. Migliora la resistenza di arterie, vene e capillari e riduce gli edemi (cioè gli accumoli anomali di liquidi), per cui è utile in caso di emorroidi, flebiti, vene varicose, gambe gonfie e affaticate e altre patologie dove è implicata una stasi venosa o linfatica. Ha un’azione sedativa sul sistema nervoso, riduce l’ansia, il mal di testa e favorisce il sonno. Favorisce la digestione ed è utile in caso di coliche addominali. Ha azione cicatrizzante e favorisce una guarigione più rapida di ulcere e ferite. Si può usare come colluttorio in caso di infiammazioni del cavo orale (gengiviti, stomatiti, afte, mal di denti, paradontiti, ecc.). La tisana può essere altresì usata come impacco per lenire le infiammazioni della pelle e degli occhi.

Proprietà: antinfiammatorio, antispasmodico, antiedemigene, carminativo, cicatrizzante, coleretico, digestivo, sedativo, stomachico, tonico.

🕘  la spedizione avviene ogni lunedì, martedì e mercoledì, consegna mediamente in 24-48 ore.

› Tisana di Meliloto

Consigli d’uso: Infuso. Si usa un cucchiaino di fiori di meliloto per una tazza d’acqua bollente (250 ml). Si versano i fiori nell’acqua bollente e si lasciando riposare per 10 minuti. Poi si filtra e si beve. Da bere 2-3 tazze al giorno.

Avvertenze: Non superare la dose massima raccomandata (4 tazze al giorno), tenere in un luogo al riparo dalla luce e all’asciutto. Tenere lontano dalla portata dei bambini.

Controindicazioni: Il meliloto è controindicato alle persone in terapia con farmaci anticoagulanti (ad esempio il coumadin).

Descrizione: Il meliloto è un pianta biennale della famiglia delle Leguminose, che cresce spontanea un po’ in tutta Italia, nei campi incolti, nelle siepi, nei prati e anche lungo le strade. Fiorisce a Giugno con dei bei fiori gialli dall’odore molto gradevole. Proprio i fiori costituiscono la droga, cioè la parte utilizzata in erboristeria per la preparazione di tisane ed estratti fitoterapici.

I fiori contengono infatti cumarine, che hanno la particolarità di rendere più fluido il sangue, migliorando la circolazione sanguigna e riducendo il rischio della formazione di trombi venosi, o arteriosi e quindi di ictus e infarto. Le  cumarine hanno anche un’azione tonificante nei confronti di arterie, vene e capillari, rendendole più robuste ed elastiche e riducendo il rischio di sanguinamento. Inoltre favoriscono la diuresi e riducono la retenzione idrica. Per questi motivi il meliloto trova un largo impiego nella cura delle emorroidi, delle vene varicose, del gonfiore e della stanchezza alle gambe e da tutti quei disturbi causati da una stasi venosa, o linfatica.

Il meliloto vanta anche un’ottima azione sedativa del sistema nervoso, per questo viene da secoli impiegata nella medicina popolare come rimedio anti-stress per ansia, insonnia ed emicranie.

E’ anche un ottimo rimedio digestivo, utile in caso di digestione difficile e coliche addominali. La tisana di meliloto può anche essere usata esternamente come rimedio antinfiammatorio, basta preparare la tisana e poi utilizzare un pezzo di stoffa imbevuto con questo infuso per fare degli impacchi. Questi impacchi si possono usare per lenire infiammazioni della cute e perfino degli occhi (ad esempio per la congiuntivite).