La pianta Aloe Arborescens ha bisogno di poche cure, si adatta a varie situazioni e vive bene anche in appartamento, ma sempre in un ambiente molto luminoso.

come coltivare la pianta di Aloe ArborescensPer la coltura va utilizzata terra drenante, non gradisce acqua ristagnate nel sottovaso e l’annaffiatura può avvenire ogni 3/7/15/30 giorni: dipende da dove viene posizionata, dal clima e dal periodo dell’anno.

La pianta non resiste a temperature sotto lo 0°, se vive in giardino o all’esterno è necessario coprirla con appositi teli o metterla in casa nei periodi più freddi. Se si vuole riposizionarla al sole, farlo gradualmente: così facendo eviterete di danneggiare le foglie e otterrete una splendida pianta ornamentale e ideale per preparare la Ricetta di Padre Zago.

Per la concimazione è consigliato l’utilizzo di concime organico da diluire con acqua e da somministrare ogni 30 giorni, nel periodo di primavera estate.

Il rinvaso o il posizionamento a terra è consigliato a primavera o a fine estate.

talee di aloe coltivazione

Come Piantare le Talee di Aloe Arborescens

Il materiale occorrente per piantare una talea è: un vaso, terra drenante, un sostegno tipo cannucce, bastoncini ecc, del filo verde da giardiniere, questo per mantenere la talea dritta e ferma nel vaso.

Piantare la talea dopo circa sette giorni d’averla tagliata, in modo che la parte lesionata si asciughi bene. Posizionarla in un ambiente discretamente caldo, luminoso ma non in pieno sole. Se si seguirà questa procedura la sua presa è garantita.

Mettere la terra nel vaso sino a riempirlo, poi fare un buco nel terreno per inserire la talea e fate bene pressione con le mani in modo che la terra la sostenga.

La talea non va annaffiata per circa 20/30 giorni, poi annaffiare abbondantemente ogni 15 giorni circa.

Se volete utilizzare le foglie della talea prima di piantarla vi consiglio di lasciare 5 o 6 per non stressare la pianta e rischiare di farla morire.

Leave a Comment